CHE COS’È UNA ROTTURA DEL CAPO DISTALE DEL BICIPITE?

chirurgia-del-gomito_dott-gianluca-falcone-medico-ortopedico-romaIl bicipite è il muscolo principale della parte anteriore del braccio che ci aiuta a piegare il gomito e ruotare l’avambraccio. Il muscolo si attacca all’osso dell’avambraccio attraverso un tendine, che agisce come una corda all’estremità del muscolo. Una rottura del tendine distale del bicipite è una lacerazione del tendine dall’osso dell’avambraccio (radio). Poiché il bicipite è responsabile della forza e della rotazione dell’avambraccio, ad esempio per aprire le porte o ruotare un cacciavite, le rotture causano debolezza e dolore nel carico. Le rotture del tendine del bicipite distale sono quasi sempre causate da un’improvvisa lesione al gomito. Ciò può accadere quando si sollevano oggetti troppo pesanti, quando il bicipite è sotto tensione. Questo strappa il muscolo bicipite e il tendine dall’osso.


dott Falcone Gianluca

Dott. Gianluca Falcone

Specializzato in patologie e chirurgia di mano e polso Roma

LE CLINICHE IN CUI OPERO
Interventi erogati in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale.

 

Convenzioni con Compagnie di Assicurazione

 

Per un appuntamento presso gli Studi di Roma, Avezzano (Abruzzo), Olbia e Reggio Calabria:

Prenota una visita


QUALI SONO I SINTOMI DI UNA ROTTURA DEL CAPO DISTALE DEL BICIPITE?
Quando il tendine del bicipite distale si rompe o si lacera, i pazienti avvertono dolore improvviso spesso seguito da livido o gonfiore sopra o sotto il gomito. Nel tempo, altri muscoli del braccio cercano di compensare la perdita, quindi il braccio rimane ancora abbastanza attivo. Tuttavia, circa la metà della forza del braccio viene persa quando si strappa il bicipite, il che rende difficile svolgere determinati compiti, come girare un oggetto con forza.

I SINTOMI COMUNI COMPRENDONO:
Gonfiore e lividi intorno al gomito
Difficoltà a ruotare l’avambraccio
Difficoltà a piegare il gomito
Un rigonfiamento nella parte superiore del braccio in cui il muscolo bicipite si è mosso
Improvviso dolore al gomito dopo l’infortunio
Un suono schioccante o una sensazione di “stock” durante un infortunio
COME VIENE FATTA LA DIAGNOSI DI UNA ROTTURA DEL CAPO DISTALE DEL BICIPITE?
Tipicamente, una storia e un esame medico sono tutto ciò che è necessario per diagnosticare una rottura del tendine del bicipite distale, Dirimente è una risonanza magnetica ad alto campo per determinare l’entità del danno al tendine

chirurgia-del-gomito-intervento-bicipite-img1_dott-gianluca-falcone-roma

 

QUALI SONO I TRATTAMENTI PER LE ROTTURE DEL CAPO DISTALE DEL BICIPITE?
La chirurgia è di solito l’unica opzione per coloro che desiderano ripristinare la funzionalità del braccio dopo una rottura del tendine del bicipite distale e deve essere eseguita entro un paio di settimane dalla lesione. Se non viene effettuato un trattamento precoce, possono sorgere complicazioni dalla crescita del tessuto cicatriziale sul tendine e sul muscolo mentre tenta di ripararsi. Successivamente, la riparazione diretta potrebbe non essere possibile.

L’intervento più moderno consiste del reinserire il tendine attraverso un tunnel osseo ancorandolo con una placchetta (endobutton). Dopo l’intervento chirurgico, potrebbe essere necessaria una fisioterapia supervisionata per garantire un recupero ottimale. Un recupero funzionale completo è comune.


Dott. Gianluca Falcone medico chirurgo specialista in chirurgia della mano, polso e gomito

Per prenotare una visita specialistica presso gli Studi di Roma, Avezzano (Abruzzo), Olbia e Reggio Calabria potete inviare una mail a info@dottgianlucafalcone.it oppure telefonare ai numeri riportati in “Contatti


TAG: intervento rottura capo distale del bicipite, intervento bicipite Roma, intervento gomito Gemelli Roma, intervento gomito Columbus Roma, intervento chirurgico gomito Abruzzo, intervento capo distale Olbia, intervento al gomito Reggio Calabria