Malattia di Haglund

Cosa è la malattia di Haglund

La malattia di Haglund consiste in una esostosi ( ingrandimento dell’osso) nella parte posteriore del tallone.


Per un appuntamento presso gli Studi di Roma, Reggio Calabria e Avezzano (Abruzzo):

dott. Gianluca Falcone – Specializzato in patologie e chirurgia della caviglia Roma

Prenota una visita

Interventi erogati in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale.

Convenzioni con Compagnie di Assicurazione


 

I tessuti molli vicini al tendine di Achille, vengono irritati per il conflitto con le calzature provocando delle borsiti dolorose (la borsite è un’infiammazione del tessuti che si trova tra l’osso e il tendine).

malattia-di-Haglund-visita-ortopedica-medico-chirurgo-roma

Tumefazione della regione posteriore del calcagno tipica della Malattia di Haglund

malattia-di-haglund-visita-ortopedica-medico-chirurgo-roma


 

Tendine di achille – Cause
CauseDi solito scarpe con la parte posteriore molto rigida possono causare l’irritazione della borsa.Sotto alcuni aspetti fattori ereditari possono causare la malattia. Alcune morfologie di piede ereditate possono predisporre a sviluppare l’Haglund:
– Piedi cavi
– Tendini di Achille molto contratti
– Tendenza a camminare sul lato del tallone

Sintomi malattia di Haglund
L’ Haglund si può verificare in tutti e due I piedi. La sintomatologia include:
– Tumefazione posteriore al tallone
– Dolore nel punto di inserzione del tallone all’osso
– Versamento
– Rossore in corrispondenza dell’area tumefatta

Diagnosi
La diagnosi si basa sui sintomi del paziente e l’esame clinic.
Le radiografie ci aiutano a valutare la tumefazione ossea.
Utile e l risonanza magnetica per stabilire se il tendine di Achille è alterato o no.

Trattamento conservativo
Il trattamento consiste nella riduzione dell’infiammazione della borsa e quindi del dolore e non nella riduzione dell’eostosi.Diverse sono le strategie da seguire:
– Farmaci antinfiammatori.
– Ghiaccio. Serve a ridurre il gonfiore.
– Esercizi. Stretching del tendine di Achille per ridurre la tensione.
– Rialzi.
– Modifica delle calzature. Scarpe aperte posteriormente o morbide per ridurre l’irritazione
– Fisioterapia
– Plantari
– Immobilizzazione

Trattamento chirurgico
Si rende necessario al fallimento della terapia conservative.
Consiste dell’asportazione della tumefazione calcaneare.
Nei casi in cui il tendine si degenerato allora sarà necessario intervenire anche su questo eliminando il tessuto malato e a volte sarà necessario reinserire il tendine di Achille all’osso.


dott. Gianluca Falcone medico chirurgo specialista in ortopedia e traumatologia dello sport.
Per prenotare una visita specialistica presso gli Studi di Roma, Reggio Calabria e Avezzano (Abruzzo) potete inviare una mail a info@dottgianlucafalcone.it oppure telefonare ai numeri riportati in “Contatti