Plantari

Plantari

Definizione

Col termine plantare si intende qualsiasi dispositivo che viene inserito all’interno delle scarpe.
I plantari possono essere su misura, semilavorati o prefabbricati.

Oggi vi è una grande confusione su quale plantare sia migliore dell’altro e sui vari sistemi di misurazione del piede (pedane, computer).
Solamente un’accurata valutazione biomeccanica del piede fatta dal medico specialista e seguita dalla presa di un’impronta adeguata del piede permetterà di avere un plantare che sia in grado di controllare e risolvere o partecipare a risolvere il problema del paziente.


Per un appuntamento presso gli Studi di Roma, Reggio Calabria e Avezzano (Abruzzo):

dott. Gianluca Falcone – Specializzato in patologie e chirurgia della caviglia Roma

Prenota una visita

Interventi erogati in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale.

Convenzioni con Compagnie di Assicurazione


Qual’è il motivo per cui viene normalmente realizzato un plantare?

Sono realizzati per controllare l’allineamento e la funzione del piede in modo da prevenire movimenti anomali (iperpronazione o ipersupinazione).
Agiscono inoltre per alleviare aree di iperpressione del piede (metatarsalgie).
Aiutano a rendere più efficienti attività come correre etc. Molte patologie del piede come le fasciti plantari, metatarsalgie, alluce rigido funzionale etc. sono legate a una inappropriata biomeccanica del piede.
Lo scopo del plantare è quello di modificare la biomeccanica eliminando il dolore ed evitare che deformità già presenti peggiorino.

Anamnesi
Ai fini di una diagnosi accurata sarà molto importante che il medico abbia dal paziente le maggiori informazioni possibili. Oltre al sesso e all’età bisognerà sapere quali sono le abitudini di vita del paziente, eventuali attività sportive, modifica delle calzature. Importante sarà capire la tipologia del dolore e quando si manifesta e con quale durata.

Valutazione Clinica
Questa fase è di cruciale importanza perchè rappresenta il 50 % della diagnosi.
Per tale motivo solo uno specialista sarà in grado di fornire le informazioni e le indicazioni precise per poi eseguire il corretto plantare. Mai rivolgersi ad un tecnico ortopedico o ad un negozio di sanitari senza aver prima consultato un medico specialista in biomeccanica del piede!

Come viene presa l’impronta?

Il plantare su misura viene realizzato mediante calco del piede fuori carico.

Ormai i vecchi sistemi tendono ad essere abbandonati (calco gessato e schiume fenoliche).
L’utilizzo di Scanner Computerizzati, ci permetterà di avere un impronta accurata e di poterla elaborare in diretta.

Una volta eseguita l’impronta, questa viene elaborata e viene eseguito un negativo del piede sul quale viene realizzato il positivo che rappresenterà il prodotto finale.

Sul positivo verranno aggiunte tutte le modifiche opportune, i materiali di riempimento e di rivestimento fino ad ottenereil pantare definitivo.

Importante è la scelta dei materiali. Modernamente si tende ad eliminare plantari in sughero o in materiali plastici. La tendenza è di utilizzare la fibra di carbonio
che ha caratteristiche di leggerezza, spessore e plasticità ineguagliabili.
Risulta il “Gold Standard” per lo sport.

Anche i materiali di rivestimento sono molto importanti per evitare eccessiva sudorazione e frizione del piede che possono facilitare l’uno l’insorgenza di micosi e l’altra di aree di irritazione locale che specialmente nei diabetici è molto pericoloso.

Controlli 

Molto importante sono i controlli nel tempo. Dal momento in cui si presenti un problema col plantare (dolore, fit con la scarpa etc), il medico sarà in grado di diagnosticarlo e modificarlo.
Viene normalmente effettuato un controllo a 30 gg. Successivamente il piede si rivaluta a 6 mesi e poi ogni anno. Come sappiamo il piede negli anni si modifica.
Per tale motivo è importante il controllo che ci permetterà di modificare il plantare in base al piede.


dott. Gianluca Falcone medico chirurgo specialista in ortopedia e traumatologia dello sport
Per prenotare una visita specialistica presso gli Studi di Roma, Reggio Calabria e Avezzano (Abruzzo) potete inviare una mail a info@dottgianlucafalcone.it oppure telefonare ai numeri riportati in “Contatti